Home » dove siamo?

dove siamo?

...in Calabria, sullo splendido Stretto di Messina

...in Calabria, sullo splendido Stretto di Messina - LA DEGUSTERIA

     ... terra di passaggio e di dominazioni di popoli quali i Bruzi, i Romani, i Normanni, i Bizantini, i Greci, gli Svevi, i Gotici, gli Aragonesi, gli Spagnoli che hanno influenzato il modo di vivere dei suoi abitanti. Come le dominazioni, anche le religioni come quella Valdese, Ebraica, Musulmana, Ortodossa e, infine, la Cattolica, hanno impregnato il territorio di usi e costumi tra i più variegati.
Questo continuo avvicendarsi di culture diverse, nel bene e nel male, hanno cambiato il modo di pensare dei Calabresi, pronti ad accogliere le diversità e a convivere con queste in modo spontaneo.

     L’Area dello Stretto:

     Il centro operativo del Gruppo Caminiti si trova nell’Area dello Stretto tra Villa San Giovanni e Reggio Calabria.  

     Tale Area per la sua particolare vicinanza alla città di Messina è il principale punto di snodo marittimo e ferroviario da e per la Sicilia.

A volte, di mattina presto, dopo abbondanti piogge e solo in particolari condizioni di cielo sereno, si verifica il fenomeno della Fata Morgana: le particelle d'acqua rimaste sospese nell'aria dopo la pioggia creano come una gigantesca lente d'ingrandimento, facendo così in modo che la costa siciliana appaia distante da quella calabra solo poche centinaia di metri, mentre, in realtà, il punto più vicino dista circa 3 km. Questo fenomeno si verifica solo sul litorale calabrese guardando la costa siciliana e mai viceversa.

     Terra di incantesimi, sortilegi, fate ed eroi, cantata da D’Annunzio e celebrata dai viaggiatori inglesi dell’Ottocento: questo territorio alimenta la sua magia, sospeso tra fiaba e realtà... Si presenta come distretto di arte e di scienza, geloso dell’eredità di un passato glorioso, ma proteso verso un futuro di sviluppo e progresso. Il Museo Archeologico Nazionale, ad esempio, custodisce magnifiche e antiche memorie di età preistorica, greca e romana, e i suoi famosi Bronzi di Riace sembrano preposti a difendere tanta ricchezza. Il Teatro Comunale Francesco Cilea, poi, rappresenta il cuore dell’arte e dello spettacolo, che rivive oggi gli splendori di un tempo. I paesaggi, la vegetazione, i colori, il profumo della Zagara e del Bergamotto, si manifestano con una sorprendente varietà di suggestioni.

     L’Area si affaccia sull’incantevole Stretto di Messina dal suo celebre quanto decantato Lungomare, impreziosito da un’apoteosi di palme, ficus e rarissime specie tropicali ed esotiche. Si tratta di uno degli scenari più incantevoli del Mondo che ha reso la città meta ambita dal turismo nazionale e internazionale.

     Questo territorio, con le sue peculiarità, accontenta ogni esigenza e naturale propensione del turista. Soddisfa gli amanti del mare, con le sue spiagge sconfinate e tutte diverse tra loro (sia sabbia fine tipica del Mar Jonio, sia ghiaiosa tipica del Mar Tirreno), ma anche gli amanti della montagna con il suo Aspromonte. Il massiccio montuoso, infatti, offre la possibilità di escursioni, ospita il Parco Nazionale caratterizzato da splenditi paesaggi naturali dove è possibile incrociare la fauna protetta in un flora incontaminata e, inoltre, consente agli amanti degli sport invernali di sciare nella rinomata Gambarie con la vista dello Stretto di Messina e le Isole Eolie che offrono un panorama mozzafiato.